top of page

11 chiavi di Risveglio per le sane relazioni, temi e riflessioni su base sistemica - seconda parte

Aggiornamento: 1 apr


1. Per chi è stanco di sbuffare con i figli e desidera avere buone relazioni con loro.

2. Per chi vuole ritrovare l'amore con i suoi fratelli (di sangue e fratellastri).

3. Per chi sente di voler Ristabilire l'armonia con i non nati (come sanare il dolore di un aborto).

4. Per i genitori che hanno bisogno di capire meglio i propri figli, bambini e i ragazzi: Esseri di oggi.

5. Per chi sente il bisogno di Rispetto e di Apprezzamento e non lo trova o crede di non trovarlo.

6. Per le donne che vogliono portare chiarezza sul tema della maternità come via di Risveglio.

7. Per le donne che vogliono portare chiarezza sul tema di Vivere l'aspetto materno per le donne senza figli biologici.

8. Per gli uomini che vogliono portare chiarezza sul tema di Vivere l'aspetto paternale per gli uomini senza figli biologici.

9. Per gli uomini che vogliono portare chiarezza sul tema della paternità al servizio della vita.

10. Per chi desidera separarsi con Amore, a maggior ragione se ci sono dei figli.

11. Per chi desidera trovare la sua vera voce interiore.

+ domanda extra fatta da partecipante in diretta "Una relazione si può considerare sana anche quando non c'è più intimità sessuale o è la ricerca del padre nella relazione?"


 

In questo articolo trovi un estratto riepilogativo del webinar di Monica Colosimo dedicato all'armonia in famiglia che si è tenuto in Live streaming il 27 gennaio del 2022, puoi vederlo integralmente nel video qui sotto.


CLICCA QUI 👇




Potete cominciare prendendo un respiro più profondo che ci connette a questo momento. Un attimo di attenzione profonda adesso, per noi.


Ricordando che la prima relazione è quella con sé stessi, ci radichiamo nello spazio dell'Essere, in relazione con l'aspetto di noi che è pura presenza e che si rivela ogni volta che ci permettiamo di “Semplicemente ESSERCI” notando cosa resta quando i pensieri sono calmi. Perché è in questo spazio che portiamo buone idee, soluzioni... tutto scaturisce in questa relazione più profonda, anche prima di relazionarci a qualcuno.

I primi a fare i conti con ogni esperienza della nostra vita siamo proprio noi stessi.


Al di là della nostra storia, in presenza, in Mindfulness, accogliamo le nostre porzioni di sofferenza e facciamo puro spazio di accoglienza per ogni vicenda passata, per ogni relazione, in modo da osservare meglio quello che c'è.


11 chiavi di Risveglio per le sane relazioni trattate nel webinar del 27 gennaio, nella sua seconda parte, trovi la prima parte con altre 11 chiavi di Risveglio che puoi leggere QUI e vedere il video integrale della Live streaming che si è svolta l'11 novembre del 2021.


1. Per chi è stanco di sbuffare con i figli e desidera avere buone relazioni con loro.

I figli sono una palestra di risveglio e tutti i genitori lo sanno. Ci forzano ad andare ad incontrarli in un punto che è al di là della nostra zona di confort rispetto ai modelli educativi che ci sono stati tramandati dai nostri genitori. I figli si trovano in uno spazio più aperto, sono più consapevoli, sono più avanti dei loro genitori. Li guardiamo con curiosità e con l'augurio che vivano la vita, che noi gli abbiamo dato, al loro meglio, benedicendoli in modo unilaterale, senza sentire il bisogno che, da essi, ci torni qualcosa che debba soddisfarci. Noi diamo, loro ricevono. Teniamo fede a ciò che è sacro per noi rimanendo presenti alle nostre forme mentali, comuni per noi ma obsolete per loro. Quello che noi pensiamo può essere vecchio per loro. Cerchiamo di guardarli e di rapportarci a loro con autenticità e liberi di ascoltare punti di vista che vengono dal futuro. Non possono insegnarci nulla ma possiamo prendere una visione del mondo che è nuova, bella, potente. Vediamoli come figli della vita stessa. Noi non dobbiamo capirli: noi possiamo amarli. Prendiamoli per quello che sono. Ci aiutano a superare i nostri stessi condizionamenti.


2. Per chi vuole ritrovare l'amore con i suoi fratelli (di sangue e fratellastri).

Con i fratelli è molto importante stare al nostro posto nel rispetto degli Ordini. I primi vengono prima, i secondi dopo e via dicendo. Ai nostri fratelli più grandi non possiamo suggerire, non possiamo farci più grandi di loro. Stiamo al nostro posto. Viceversa, i nostri fratelli più grandi non possono fare o dire nulla ai più piccoli mettendosi al posto dei genitori. Loro non sono i nostri genitori. Non spetta a loro suggerire ai più piccoli mettendosi nei panni dei genitori. Tenere conto degli Ordini rilassa, mettendoci al riparo da sofferenze inutili. Con i fratelli, e le sorelle, che appartengono ad uno dei due genitori teniamo conto che la metà del nostro DNA li incontra in amore. E in quella parte siamo uniti grazie al sangue di nostra madre o padre. È normale oggi vivere in contesti allargati. Molto equilibrio viene dal sospendere i giudizi, o le storie sui comportamenti dei nostri genitori. Chiunque appartiene al sistema biologico e risuona con noi biologicamente non può essere sottovalutato. Non ha importanza che ci siano acquisizioni per adozioni, ad esempio. Permettiamo sempre che le persone si possano incontrare nel loro sistema di origine. Vanno chiarificati tutti i pregiudizi storici. La biologia unisce, e si può portare amore in ogni contesto. Tutti a cuore. E al nostro posto, da parte nostra, lasciando ai grandi le loro storie, ciò che viene dal livello di coscienza a cui appartengono. Consapevolezza e rispetto per leggi che governano le relazioni umane è tutto ciò che ci serve per vivere le relazioni in modo sano e aprirci al meglio.


3. Per chi sente di voler ristabilire l'armonia con i non nati (come sanare il dolore di un aborto).

Questo è un tema che chiede molto amore e presenza. Se questo capita, va abbracciato il dolore che questo comporta. Il dolore di un no alla vita. Perché, ai fini della vita, va fatta pace con questo NO. Riappacifichiamoci tenendo a cuore questo essere che la vita avrebbe manifestato e non è accaduto. Si può semplicemente dire: “Mi dispiace: ho detto no. Non ho potuto fare diversamente”. E tenere a cuore, magari facendo un piccolo atto buono, magari piantando un piccolo albero da frutto in giardino per ricordare che la vita va avanti tenendo a cuore la scelta. Ci sono poi gradi diversi: un aborto spontaneo ha un peso energetico diverso da un aborto intenzionale. Ancora diverso se non si tiene in nessun conto il padre. Se una donna decide da sola quell'energia va sciolta in amore. Va sentito il dispiacere e dichiarato, se è possibile, al padre. A volte, in famiglia, un figlio non nato rimane come energia nel corpo di dolore della donna e altri figli possono non vivere pienamente a causa di questo. È uno di quei temi da mettere assolutamente alla luce della consapevolezza. Senza giudizio ma in piena responsabilità di metterci, da parte nostra, in massimo rispetto per la vita, compreso se resta non manifestata.


4. Per i genitori che hanno bisogno di capire meglio i propri figli, bambini e i ragazzi: Esseri di oggi.

Oggi c'è un salto di coscienza che fa la differenza. Dobbiamo svecchiarci come genitori. Fin qui abbiamo vissuto in un livello di coscienza molto diverso da quello in cui ora vivono i nostri figli. Oggi arrivano bambini sempre più svegli. Sono Indaco, Cristallo, Arcobaleno. Arrivano Esseri che non sopportano più sistemi troppo vecchi. Sono troppo antichi. PROFILIAMO UN NUOVO MODELLO DI GENITORIALITA’. VEDIAMOLI COME ESSERI! Ci sono forme mentali assurde per loro. Loro vengono già liberi. Loro possono vivere senza fatica, senza sforzo, con presenza. Liberiamoli dalle etichette dei “devo”. Non dovranno soffrire. Non sarà necessario. Facciamo caso a questo loro essere naturalmente liberi e connessi all'intelligenza viva di cui sono espressione fisica. Per loro questo è naturale, loro sanno già. Sanno meglio. Non scenderanno a patti inutili. Sono nati liberi e vogliono un mondo libero. Guardiamoli come dei maestri. Attenzione a non essere in richiesta verso di loro. Interrompiamo la catena di dolore. Il lavoro su noi stessi serve anche a questo. Mettiamoci dalla parte saggia di noi. Loro guardano la nostra parte saggia e non si interessano del resto. Nuovo Mondo. Appena usciti dalle macerie delle menti di questo momento storico.


5. Per chi sente il bisogno di Rispetto e di Apprezzamento e non lo trova o crede di non trovarlo.

Quelle non sono cose che si comprano “là fuori”. Dolore certo in quella direzione. Non si trovano fuori. È un buon momento quello in cui ci si mette in pace su questo. Va invertita la rotta, anche se ci vorrà tempo. Nasce dalla ferita di non esserci sentiti amati dai genitori, dalla mamma. È antica. Ma bisogna riorientarsi sulla convergenza interiore. Allinearsi nell'Essere. Solo chi ha quel sapore di Dio può farcela, perché si sente amore. Solo lì. Solo lì scopri di essere già amato, amata, Amore. E poi irradi l'amore che senti di Essere. Puro piacere di condividere. Condivisione non ha niente a che fare con bisogno di apprezzamento e richiesta. Comincia dal tuo respiro. Dal tuo corpo. Siedi. Respira. Quello è un senso che va raggiunto in sé. Datti tu la prima carezza che vorresti ricevere.


6. Per le donne che vogliono portare chiarezza sul tema di Vivere l'aspetto materno per le donne senza figli biologici.

Quel che serve è mettersi al servizio della Vita, delle idee, dell'amore che non necessariamente deve essere un figlio, attraverso la creatività e i talenti. Basta mettersi al servizio della vita, senza sentirsi mancante di qualcosa. Chiediti: “Come posso mettermi al servizio della vita?”. E stare in apertura, senza mancanza. Nessuno vorrebbe avere un genitore che ha senso di mancanza.


7. Per le donne che vogliono vivere la maternità come via di risveglio

La vera bellezza è la rinuncia al controllo sulla vita di un altro che, magari, è proprio tuo figlio. È un atto di resa. L'io “mamma” è pieno di ego, e si può sciogliere. Si può trascendere il senso di attaccamento, di possesso, di “io”. Quella è una testa egoica da decapitare, per questo è una via di risveglio: ti fa fare un passo indietro rispetto al senso di “mio” che il ruolo di madre spesso comporta. Tu hai dato la vita ma non la controlli. La vita è della Vita stessa. La maternità è un gran viaggio per la consapevolezza. C'è da avere pazienza perché anche con i figli si percorre una strada su cui portare consapevolezza. C'è da coltivare la tua autenticità stabilendo confini autentici al di là delle convinzioni. Sentitevi le prime di una nuova stirpe di madri consapevoli in divenire. Ogni viaggio, in primis questa relazione, è un viaggio di risveglio.


8. Per gli uomini che vogliono portare chiarezza sul tema di Vivere l'aspetto paternale per gli uomini senza figli biologici.

Come per le donne, state al servizio della vita. Mettevi al servizio di idee, progetti... allievi. Eventualmente aperti ad eventuali adozioni o affidi. La paternità è uno stato di coscienza. Da un punto di vista di essenza si possono vivere le qualità essenziali dell'Essere Padre. Ci si può chiedere quali siano queste qualità: generosità; onestà; prendersi cura. Vivere queste qualità indipendentemente. Mettere queste qualità a disposizione del mondo, e la vita darà poi delle suggestioni.


9. Per gli uomini che vogliono portare chiarezza sul tema della paternità al servizio della vita.

I padri di figli maschi possono godersi il passaggio della fiaccola con i loro figli primogeniti e terzogeniti in particolare. E siano al servizio della vita. L'unica prova è quella di stare attenti al mettersi in competizione con i figli per l'amore della donna. C'è un salto di identità importante: da uomo in coppia a genitore c'è un salto di identità. Mettetevi al servizio della nuova vita che ha la precedenza e mettevi al servizio della donna che a sua volta serve la piccola vita in modo diretto, soprattutto nei primi anni di vita. Da uomo a padre è una nuova modalità. E poi c'è da prestare attenzione ai giochi di ruolo. Padre è biologicamente “per sempre”, ma attenzione ai giochi di identità, del “fare il papà” ad oltranza, soprattutto quando i figli diventano grandi. La genitorialità è un viaggio di espansione che non finisce mai.


10. Per chi desidera separarsi con Amore, a maggior ragione se ci sono dei figli.

Fate spazio ad un radicamento interno che vi faccia sentire lo spazio dell'essere con voi stessi piuttosto che contro qualcun altro. Ogni relazione vive una sua fase. Poi capita che qualcuno non riesce più a riconoscersi in quella relazione. Siate gentili. Attenzione a non diventare corpo di dolore contro un altro corpo di dolore. Attenzione alle densità che vanno a creare dolore su quello che già c'è. Attraversate la fase del dispiacere per la fine della relazione senza però aggiungere interpretazioni, accuse e risentimenti. In altre parole non separatevi dall'amore che siete nel profondo come stato di coscienza in sé. Rinunciate al mettervi contro. La vera ferita è quella che ci si autoinfligge con le storie che ci auto raccontiamo in questi casi. Porta il focus sul bello condiviso. In particolare se vi sono figli: quelli restano il capolavoro co-creato. In questi momenti è davvero prezioso avere degli strumenti di entrata in sé: Mindfulness, meditazione, respiro consapevole. In modo da sapere di essere lo spazio in cui una certa vicenda accade.


11. Una relazione è sana anche quando non c'è più intesa sessuale?

Una relazione è una relazione. Attenti al bisogno che la mente condizionata ha di mettere etichette su ogni cosa. L'importante è che ci sia uno scorrere di benevola gentilezza e amore in quella relazione. Alle volte, soprattutto ad una certa età, superata la fase ormonale volta alla procreazione, la relazione può essere al servizio della co-creazione di altro. Una relazione può essere fatta di momenti diversi al servizio di fasi diverse della vita. Tutte le relazioni sono perfette nella loro imperfezione. L'unico fatto è di tener conto di desideri nuovi dentro che possono portarci verso altre esplorazioni. Alle volte, la tensione erotica finisce con l'arrivo del primo figlio. Oppure la tensione creativa della coppia va verso altro. L'unica domanda che ci si può fare è: Cosa vorrei provare io, da parte mia, un po' di più? Poi, ottenuta la risposta, tenerne conto. L'amore non finisce ma cambiano i desideri, o arrivano inviti espliciti della vita ad andare altrove. Non sentiamo se c'è energia in una relazione o se si è esaurita. Diamoci il permesso di evolvere.

Apriamoci a quel di cui abbiamo bisogno noi per noi stessi. Fedeli al senso di sacro dentro.


12. Per chi desidera trovare la sua vera voce interiore.

Incorporiamo il senso di esserci. Il desiderio che accade di quel senso di sé in tempo presente. Ti accomodi in quel senso di amicizia interna con quell'aspetto di te che co-esiste. Se ne può parlare ma non ci si arriva da una comprensione mentale. Piuttosto ci si accorge. Ci si accorge di accorgersi che c'è in noi questo spazio e notiamo di notarlo. Cominciamo a viverlo più spesso nel quotidiano. Ti lavi i denti, guidi, prepari la cena... e lo porti lì. In quell'azione, e diventerà lo spazio in cui ti riconosci. I pensieri vanno domati dal silenzio. Il pensiero compulsivo va domato. Osserviamoci osservare e siamo subito maestri. È così semplice. Quel senso di Dio... senza pensieri. E lì ti senti amato. Va tutto bene. Va tutto al meglio. E ti commuovi, perché senti che è così. E poi quando da lì viene un'idea... ha un peso quell'idea. È calda.

Scoprire questo spazio e trovarsi lì più spesso è la grande benedizione della vita. Certo ci vuole esercizio e costanza. Poi però questo spazio diventa ovvio e, allora, vivi in Mindfulness, benedetto dal sapere di essere vivo.


 

Questi webinar sono strumenti gratuiti e rivolti a coloro che sentono il desiderio di avere indicazioni per come diventare Esseri consapevoli e sempre più liberi di esprimere la propria unicità in questa esperienza di vita.


Grazie a tutti coloro che seguono questi percorsi e diventano portavoce di Pace e Consapevolezza in sé stessi.


Il dono più grande che possiamo fare al mondo è essere più Consapevoli, in Pace, leggeri e liberi dentro!


 

TI INTERESSA APPROFONDIRE IL METODO DELLE COSTELLAZIONI FAMILIARI UNITE A MINDFULNESS E PRESENZA?



✳️ VAI A QUESTA PAGINA DOVE TROVI VIDEO CLIP DI ESEMPIO DI TEMI CHE SI POSSONO SCIOGLIERE E RIARMONIZZARE CON LE COSTELLAZIONI FAMILIARI ✳️ E TROVI TUTI GLI APPUNTAMENTI CON MONICA A RIMINI E ONLINE INCLUSO IL PERCORSO PER DIVENTARE COSTELLATORE E L'ACCADEMIA DI RISVEGLIO PER LE SANE RELAZIONI


clicca qui a questo link 👇



 

SE HAI PIACERE DI SEGUIRE LE NOSTRE ATTIVITA'

E RIMANERE AGGIORNATA\O


Seguici sui nostri canali 👇

3️⃣ Gruppo Facebook Club del Gatto Community ღஐღ https://www.facebook.com/groups/clubdelgattocommunity

4️⃣ Pagina Facebook Centro olistico Club del Gatto CAT https://www.facebook.com/clubdelgatto

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page